Latte Art: decorare cappuccini e caffè

La Latte Art è una tecnica di decorazione che si effettua su cappuccini ed espressi macchiati mediante la realizzazione di disegni e forme sulla superficie. Questo tipo di esecuzione è sempre più apprezzata dalla clientela in quanto, oltre ad essere esteticamente gradevole, denota la grande perizia e abilità di chi la realizza.

Le forme più classiche da realizzare ritraggono solitamente cuori, fiori e foglie, ma i veri esperti di Latte Art sono in grado di riprodurre dei veri e propri capolavori, persino in 3D (direttamente dal Giappone).

Ma scopriamo da dove nasce questa tecnica e come si realizza.

Origini della Latte Art

Pare che la Latte Art sia stata inventata da un italiano, Pierangelo Merlo, barista veronese che, verso la fine degli anni settanta, iniziò a sperimentare questa tecnica di decorazione per rendere i suoi cappuccini esteticamente accattivanti.

Fu però David Schomer, barista di Seattle, a portare alla ribalta la Latte Art: a metà degli anni 80, la forma a cuore sui suoi cappuccini era diventata un segno distintivo del café Espresso Vivace. Da allora, il repertorio di figure da poter eseguire è andato espandendosi, con l’introduzione di rosette, tulipani, cigni, disegni geometrici e molto altro.

In Italia, il primo a parlare di Latte Art in modo professionale fu Luigi Lupi, fino a qualche anno fa unico autorevole punto di riferimento per questa tecnica; oggi, invece, la diffusione di corsi specializzati, permette ai professionisti del settore della caffetteria e agli appassionati di apprendere tutte le conoscenze necessarie per la realizzazione della Latte Art.

Vi ricordiamo che da poco si è tenuto il Campionato Italiano Latte Art al Sigep di Rimini, performance seguitissima e molto partecipata dal pubblico, che ha decretato come vincitrice per la seconda volta consecutiva la campionessa Manuela Fensore. La Fensore rappresenterà l’Italia al World of Coffee di Berlino – sede dei Campionati Mondiali Latte Art previsti per 6-8 Giugno 2019.

Cominciamo con un buon cappuccino

Per realizzare una perfetta decorazione è fondamentale avere un eccellente cappuccino, e quindi un buon espresso e del latte montato con crema perfetta.

Il primo segreto quindi è un caffè di qualità, tostato ad hoc e soprattutto stabile, che ha “degasato” in maniera corretta -come si dice in termini tecnici- ed è stato conservato in modo corretto, così da avere persistenza e presentare una stabilità superficiale della tessitura della schiuma e della crema.

Il secondo segreto è la schiuma del latte che deve essere montata al punto giusto. Bisogna cominciare con del latte molto freddo, intorno ai 4°. Ciò permetterà di montare il latte per un tempo più lungo, allo scopo di ottenere una più cremosa e vellutata crema di latte, che è fondamentale fare il cappuccino decorato. Il latte è pronto quando ha raggiunto i 60°. Latte e crema devono essere perfettamente mixati.

Per montare in maniera corretta il latte, anche a casa, e stupire la vostra famiglia come dei veri Latte Artist, vi consigliamo il montalatte Latte Art, che permette di montare il latte a caldo o a freddo o semplicemente riscaldarlo (a secondo della bevanda da preparare). Offre inoltre la comodità, non da poco, della caraffa in acciaio estraibile e comodamente lavabile in lavastoviglie.

L’arte di decorare il latte

Versare correttamente la schiuma di latte rappresenta la fase finale del procedimento. La prima colata di schiuma di latte deve posizionarsi sotto la crema del caffè. Si decide poi con quale decorazione abbellire la bevanda. Il resto della schiuma di latte deve essere versato delicatamente e senza fretta. Con una schiuma di latte ben compatta, la crema del caffè riemerge molto bene. Naturalmente, il movimento di colata deve essere frutto di tanta pratica: la dimestichezza con questo procedimento si acquisisce solo con molto esercizio.

Pouring-Latte-Art
Latte Art: tecnica Pouring

Pouring

La tecnica base, e più diffusa ma non più semplice, di latte art è il pouring, ovvero la realizzazione di disegni realizzati mediante il solo utilizzo del bricco del latte. Muovendo il bricco del latte in determinati modi non solo si possono ottenere diversi tipi di disegni, ma anche diverse sfumature di colore.

Etching Latte Art
Tecnica Etching

Etching

La seconda tecnica più utilizzata nella latte art è l’etching. Consiste nel sfruttamento del contrasto tra il colore del latte e quello del caffè per ottenere un determinato effetto visuale. Mediante questa tecnica si possono ottenere forme geometriche, scritte, animali e così via. In questo caso vengono utilizzati anche degli speciali pennini dalla punta sottile e, talvolta, anche del topping al cacao.

3D Latte Art
Latte Art: Cappuccino 3D

Cappuccino 3D

Arrivato direttamente dal Giappone il cappuccino 3D vede l’utilizzo della schiuma del latte per realizzare figure in rilievo. Per ottenere questo tipo di risultato è necessario montare il latte fresco molto cremoso evitando di produrre bolle, si versa nella tazza e con dei cucchiai lievemente umidi si passa a modellare la schiuma come fosse creta, dando la forma desiderata. Infine si definisce il tutto disegnando occhi e decori con il topping diluito o con la crema dell’espresso.

Se poi volete offrire il vostro cappuccino decorato in una bella tazza, eccovi due proposte caratterizzate dal connubio tra design moderno e tradizione, in porcellana o in vetro.

Siete pronti a preparare e servire il vostro cappuccino Latte Art?

 

Buona (Latte) Art a tutti!

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *